Una giornata della memoria senza discriminazione

Ogni volta che si ricordano gli orrori dei genocidi e che si organizzano manifestazioni per non dimenticare e per non ripetere gli stessi errori, si fa riferimento all’Olocausto. Ma puntando i fari sul dramma degli ebrei, la storia sta lasciando nell’ombra altri fatti storici, alcuni dei quali molto recenti, altrettanto drammatici ed altrettanto meritevoli della nostra attenzione.

 

By Artemka (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons

 

Dalla Pace di Aquisgrana (1748) all'unità d'Italia (1870)

 

La fine della guerra di successione austriaca (Aquisgrana 1748), sancì per l'Italia un periodo di stabiltà dovuta all'equilibrio tra gli Asburgo, che dominavano Milano e la Toscana, il Regno dei Savoia, i cui confini arrivavano al Ticino, ed i Borbone, che dominavano sul Regno di Napoli e sul Ducato di Parma e Piacenza. Questo periodo di stabiltà portò in Italia innovazione sotto i profili della cultura, della politica e delle istituzioni.